C:\Documents and Settings\Sonia\Documenti\My Dropbox\Solo Toscano\immagini

Dicono Di Noi....




Le Ultimissime da SoloToscano......



Dicono Di NOI..... 



Dal Sito www.LaFinestradifronte.it

Di Stefania Pianigiani.


Solo Toscano a Firenze: il ristorante nella piazza del mercato



Che dire un “Napolitano” che gestisce un ristorante “Solo Toscano” a Firenze è un miracolo, e quì “Gennaro”, il “San” se lo merita davvero.
Siamo in una delle piazze più affollate di locali, quella del Mercato Centrale a Firenze, una piazza satura di proposte che a prima ragione, verrebbe da dire, ma chi glielo fa fare di aprire quì…Invece la scelta si è rivelata giusta, anche perchè le proposte del menu, non sono assolutamente “ordinarie toscane”, ci sono davvero delle chicche, come le polpette di cervello fritte o le polpette di baccalà.
Dentro o fuori? Per mangiare si può optare per il dehors sulla piazza, oppure farsi travolgere dal rosso passione dell’interno. Stile semplice, pochi mobili, ma tanto calore, come la cucina a vista, dove vedere all’opera la piccola brigata, e l’intuizione di scrivere e risaltare le ricette proposte alle pareti, così intanto che aspettate  arrivi qualcuno a prendervi l’ordinazione, vi potete  già fare un idea del menu.
La regola principale del SoloToscano oltre alla vera “toscanità”, è quella di usare solo prodotti di qualità. Troverete la carne della Macelleria Fracassi, prodotti Dop e Igp, i presidi Slow Food, piatti stagionali e quelli pensati per i celiaci.
Al tavolo si viene accolti da un cestin di coccoli-e, mentre in lista si trova ì-bbono della Toscanacome la schiacciata con il rigatino, il cacio e l’ovo, i taglieri di formaggi e salumi, la battuta di chianina e la lingua. Le zuppe sono “Abbollore“, come la pappa al pomodoro o quella di funghi in questa stagione. Come primo, sono ottimi gli gnudi al pomodoro, serviti dentro dei tegamni di smalto, che ricordano i pranzi dalla nonna, ben eseguito il risotto al nero di seppia con inzimino. Nel mezzo del cammin si trovano i secondi come le seppie con i piselli, la bistecca, la tagliata di chianina o il godurioso pollo in fricassea. E peffinì zuccotto alla fiorentina, torta cioccolato, ramerino e sale grosso e i classici cantucci.
La cantina è ancora tutta un “lavoro in corso”, e la brava Sommelier Claudia Tartani, piano piano sta aggiungendo piccole chicche nettarine alla parata guelfo-ghibellina, come Istine. Poi attenzione al biologico regionale e interessante selezione di vini al bicchiere. Secondi 16 euro, dolci 7, primi 9 euro.


Nessun commento:

Posta un commento