C:\Documents and Settings\Sonia\Documenti\My Dropbox\Solo Toscano\immagini

La mia storia inizia a Capri

Avevo 14 anni quando durante le vacanze estive approdai sull’isola di Capri per lavorare in una cucina di albergo come lavapiatti.
Ero al settimo cielo: potevo fare le mie prime vacanze in un posto meraviglioso, un posto che non mi sarei mai potuto permettere, da cliente.
A quei tempi le vacanze della mia famiglia erano con l’automobile tutti i giorni anda e rianda Ponticelli-Mondragone o Ponticelli-Portici.
Naturalmente l’auto era caricata di ogni bene soprattutto alimentare: la mamma si svegliava alle 5 del mattino per preparare di tutto: parmigiana-pasta al forno-frittatine-polpette-salsicce con friarelli
poi vino-acqua-thermos del caffè, un vero pranzo di natale con 35° gradi all’ombra, e naturalmente non potevano mancare ombrellone-tenda-tavolino-sedie-lettino gonfiabile-salvagenti (che in realtà erano gomme d’aria di auto, ma comunque…).
Insomma, queste erano le vacanze a cui ero abituato quando arrivai a Capri.
Ero piuttosto mingherlino ed alcune pentole erano più grandi di me, il lavoro era veramente duro: tripli turni tutti i giorni colazione pranzo cena, facchinaggio ai bagagli e qualche volta, se ci rientrava, anche il giardinaggio ma io ero comunque entusiasta: ero a Capri, potevo andare per un paio d’ore al giorno in spiaggia e passeggiare la sera dopo il servizio serale per la piazzetta sino ai faraglioni.
Per me era tutto stupendo: vedere tanto lusso, tanta bellezza; era la scoperta di un nuovo mondo che non conoscevo e di cui volevo far parte.

Nessun commento:

Posta un commento